in:

Anche gli alunni di una elementare hanno imparato a impastare il pane come si faceva una volta. L’iniziativa ha avuto luogo questa mattina in piazza della Pomposa, nell’ambito di Biopomposa.

In tanti, sia adulti che bambini, hanno provato la soddisfazione di mettere le mani in pasta. Le “mani in pasta” è il titolo dell’iniziativa, promossa dallo Sportello di informazione Agroalimentare in collaborazione con le associazioni dei consumatori, che ha avuto luogo questa mattina in piazza Pomposa, nell’ambito del mercato del biologico. Negli stand del laboratorio del pane il pubblico ha imparato a distinguere tra i vari tipi di cereali e assistito a dimostrazioni di macinatura a pietra dei chicchi. La fase successiva, quella della preparazione e della manipolazione dell’impasto, ha richiesto il coinvolgimento diretto dei presenti. Nessuno si è fatto pregare: grandi e piccini si sono tuffati nella morbida materia, divertendosi a realizzare forme dall’aspetto bizzarro e tondeggianti crescentine, da cuocere sul posto. Una modalità nuova e accattivante per fare conoscere il grano e le fasi di lavorazione che portano alla preparazione dell’alimento principe di tutte le tavole.


Riproduzione riservata © 2016 TRC