in:

Il Policlinico ha presentato il bilancio 2008 sulla soddisfazione degli utenti.

Un grande ospedale con un rapporto con l’utenza che in generale può essere considerato buono: anche quest’anno il Policlinico ha pubblicato i dati sul livello di soddisfazione relativo ai servizi erogati. Nel 2008 tra ricoveri e prestazioni ambulatoriali sono stati trattati 1 milione e 44mila pazienti. Le lamentele formali sono state 431, lo 0,041% del totale delle prestazioni. Tra l’altro, nella maggior parte dei casi, si trattava di reclami, soprattutto di natura economica: le denunce vere e proprie sfociate in richieste di risarcimento danni sono passate dalle 80 del 2007 a 64 nel 2008. E’ chiaro che un trattamento sbagliato in sanità è, di per se stesso, una piccola o una grande tragedia: l’oggetto delle cure è un essere umano. Però è anche vero che il livello di qualità della sanità modenese rimane a livelli superiori alla media nazionale. I comparti che, percentualmente, sono stati di più chiamati a rispondere del loro operato sono quelli che hanno una maggior mole di utenti: l’emergenza-urgenza, la chirurgia generale e il dipartimento dell’apparato locomotore. Il grosso dei reclami, per fortuna, ha riguardato aspetti burocratici come il rimborso dei ticket e la rimozione delle auto parcheggiate in maniera non corretta. 176 i rilievi fatti arrivare all’Ufficio relazioni con il pubblico: 67 riguardavano disagi relativi al confort dei pazienti, uno degli aspetti che, con maggiore convinzione, vengono sottolineati negli ultimi tempi, a testimonianza anche di una sensibilità sempre crescente su questo fronte.


Riproduzione riservata © 2016 TRC