in:

Gatti sotto sfratto: 13 micetti cercano urgentemente casa perché la loro non esiste più. Sono temporaneamente ospitati dal Centro soccorso animali, ma lo spazio non è sufficiente.

Alcuni sono adulti, molti simpatici cuccioletti, tutti sono affettuosi, pacifici e tranquilli, pronti a ricambiare ogni carezza con fusa e coccole. Hanno solo una colpa: sono animali, quindi la loro dimora non viene presa in considerazione nelle scelte urbanistiche. E’ così che a Pisa si è deciso di fare il porto proprio dove una colonia di gatti aveva trovato rifugio: dove vivevano presto ci sarà o mare o cemento. I volontari e l’ufficio diritti animali toscani hanno lanciato l’allarme, e il Centro soccorso animali di Modena ha subito risposto: i ragazzi sono partiti e hanno preso 13 dei mici del posto per portarli nella loro struttura di via Nonantolana. Durante il viaggio di ritorno i volontari si sono anche imbattuti in un coniglio ferito, lo hanno salvato e portato al Centro fauna selvatica Il pettirosso per le cure. Però a Pisa ci sono ancora più di una decina di gatti, e il rifugio modenese non ha più posto. Da qui l’appello alle adozioni. Le foto dei gatti e gattini, la loro storia lunga o breve, si può trovare nel sito www.gattopoli.it. Naturalmente, ricordano al Centro soccorso animali, ci sono come sempre anche i cani abbandonati, di ogni taglia o razza, che cercano casa e affetto, ospiti nel rifugio o al canile, entrambi in via Nonantolana, di fronte a strada Fossa Monda nord.


Riproduzione riservata © 2016 TRC