in:

Per chi non ha mai visto una gallina o una mucca al di fuori da un cartone animato: domenica ritorna Fattorie aperte, per trascorrere una giornata divertente all’aria aperta.

Sono 30 le aziende agricole modenesi che nelle domeniche del 17 e del 24 maggio aprono i cancelli per accogliere il pubblico e guidarlo alla conoscenza dei prodotti tipici e delle eccellenze del nostro territorio. Parliamo di Fattorie aperte, la manifestazione che a livello regionale coinvolge 220 aziende per un’esperienza originale e per trascorrere una giornata nella natura. L’iniziativa, alla sua 11esima edizione, è promossa dalla Regione in collaborazione con la Provincia di Modena e le altre Province della regione. Delle 30 aziende modenesi, 16 sono a produzione biologica e dieci sono agriturismo.La guida di Fattorie aperte è distribuita nelle edicole, si può trovare negli Uffici relazioni con il pubblico della Provincia e dei Comuni oppure può essere consultato on line: www.agrimodena.it.Tra le novità di questa edizione, le indicazioni per i percorsi ciclabili che consentono di raggiungere le fattorie in tutta tranquillità e all’aria aperta.Le visite nelle aziende sono gratuite, ma è consigliata la prenotazione telefonica. Nella fattorie sarà inoltre possibile acquistare i prodotti direttamente negli spacci interni. Tra i tanti, segnaliamo, l’Aceto Balsamico tradizionale di Modena, il Parmigiano-Reggiano, i vini Lambrusco di Sorbara, Salamino di Santa Croce, Grasparossa di Castelvetro, il prosciutto di Modena e altre tipicità del territorio quali la Pera dell’Emilia, la patata di Montese, il marrone del Frignano e di Zocca, la ciliegia di Vignola, il mirtillo Nero dell’Appennino modenese.


Riproduzione riservata © 2016 TRC