in:

Domani il governo alla camera vota il disegno di legge sulla sicurezza: il consiglio d’europa oggi ha inviato all’Italia un monito sul tema immigrazione. E a Modena una protesta davanti alla prefettura.

Un presidio contro i contenuti del disegno di legge sulla sicurezza è stato organizzato da Cgil, Cisl e Uil, con l’adesione di Arci, Uisp, Acli, Pd e molte associazioni di volontariato, oggi pomeriggio davanti alla prefettura, a Modena. E mentre Manfredini e Ghelfi, Lega nord, plaudono al governo per la strada della fermezza intrapresa contro i clandestini, Caropreso, Pd, ricorda al premier che l’Italia è già un paese multetnico, che il governo lo voglia o no. Domani alla camera si vota il disegno di legge e il Governo ha posta la fiducia. Oggi, quindi sindacati e associazioni, hanno voluto ribadire il no alle ronde, al reato di clandestinità e dell’allungamento dei tempi di permanenza degli immigrati nei Centri di identificazione ed espulsione. Al presidio ha aderito il sindacato di polizia Silp-Cgil. E in una nota oggi tutti i sindacati di polizia denunciano i tagli previsti per le forze dell’ordine e bocciano le ronde.


Riproduzione riservata © 2016 TRC