in:

La pillola non fa ingrassare, anzi può servire per la linea e la salute. E’ il messaggio lanciato stamattina a Modena nel corso del convegno sulla contraccezione che ha riunito i massimi esperti italiani preoccupati del ritardo rispetto all’Europa.

La pillola è ancora un tabù per le donne italiane, colpa di falsi convincimenti e di qualche retaggio morale. Il ritardo nel ricorso alla contraccezione rispetto agli altri paesi europei – hanno spiegato stamattina al Forum Monzani di Modena i principali esperti italiani del settore – è evidente e non accenna a colmarsi. “Fenomeno su cui riflettere – ci ha spiegato il professor Annibale Volpe, direttore della cattedra di Ginecologia e ostetricia dell’Università di Modena – perché è scientificamente dimostrato che l’utilizzo della pillola ha un effetto preventivo sui tumori femminili e su altre patologie”. Per di più, le nuove pillole, risultano efficaci contro la ritenzione idrica e non fanno ingrassare. Potrebbe essere questa la chiave, secondo i medici, per avvicinare tutte quelle ragazze con meno di 25 anni, una su quattro, che non hanno mai consultato un ginecologo. Il 40% – svela un sondaggio presentato stamattina – ha problemi di cellulite e solo una su 7 si piace. L’incontro tra contraccezione ed estetica potrebbe così dare risultati insperati.


Riproduzione riservata © 2016 TRC