in:

Parte domani un carico di forniture alimentari per gli sfollati d’Abruzzo; mentre al Policlinico Elenora Calesini, estratta dalle macerie due giorni dopo il sisma, è stata sottoposta ad una doppia operazione.

Continua l’invio di forniture alimentari offerte da ditte modenesi agli sfollati del terremoto d’Abruzzo. Domani parte per il campo di Villa S. Angelo a L’Aquila, gestito dalla Protezione civile della Regione Emilia Romagna, dove sono impegnate diverse squadre di volontari modenesi, un mezzo con sette quintali di costaiole di maiale offerte dalla ditta Castelfrigo di Castelnuovo Rangone. Intanto restano ricoverati al Policlinico i due superstiti del terremoto portati a Modena. L’equipe di chirurgia plastica e ricostruttiva dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria ha eseguito su Eleonora Calesini, nel pomeriggio di ieri, un intervento sulla gamba destra; successivamente la giovane è stata operata alla mandibola dall’equipe di chirurgia maxillo-facciale. L’intervento è durato 7 ore e le sue condizioni  di salute sono discrete. E sono giorni di intensa attività terapeutica e consultazioni per il 22enne teatino arrivato a Modena il 25 aprile, ricoverato nel reparto di terapia intensiva post-operatoria. La sua prognosi resta riservata.


Riproduzione riservata © 2016 TRC