in:

Firmato oggi l’accordo tra Regione, Fer, Provincia di Modena e comuni interessati per il potenziamento e la messa in sicurezza della ferrovia Modena-Sassuolo. Corse più veloci con la soppressione di 12 passaggi a livello.

Treni con cadenze ravvicinate, viaggi su mezzi più confortevoli e veloci affinché viaggiare in treno sulla linea Modena – Sassuolo diventi più conveniente rispetto all’utilizzo dell’automobile. Con questo obiettivo stamattina è stato firmato l’accordo tra Regione, Ferrovie Emilia Romagna, Provincia di Modena e comuni interessati, che prevede lo stanziamento di fondi per finanziare una serie di interventi da avviare entro i prossimi tre anni. In particolare la Regione si impegna ad investire oltre 16 milioni di euro per la rimozione dei passaggi a livello e la messa in sicurezza della tratta. Anche gli enti locali faranno la loro parte partecipando alle opere viarie di loro competenza. Entro il 2009 sono previste l’attivazione della fermata a richiesta di Fornaci, la realizzazione degli interventi per l’accesso alla nuova stazione ferroviaria Baggiovara – Bertola, l’immissione di due nuovi treni in servizio e l’aggiunta di due coppie di corse al giorno da dicembre 2009. Entro il 2011 dovrà essere aumentata la sicurezza della tratta, incrementata la velocità commerciale con corse ogni 30 minuti per tutto l’arco della giornata. 12 i passaggi a livello che saranno rimossi, di cui sei nel comune di Formigine, tre a Modena, uno a Sassuolo, quello sulla Pedemontana, uno a Fiorano, su via Ghiarola Nuova, e uno tra Modena e Formigine sulla via Giardini in un tratto di competenza provinciale. A Modena in particolare scompariranno il passaggio a livello di via Panni e di via Mantegna, sostituiti da un unico sottovia, e quello di via Contrada. Bilancio AtcmIntanto stamattina l’assemblea degli azionisti di Atcm ha approvato il bilancio consuntivo del 2008 chiuso dall’azienda di trasporti pubblici con un disavanzo di 600mila euro, il 70% in meno rispetto al 2007, quando il saldo negativo aveva superato i 2 milioni. Un risultato cui hanno contribuito la crescita dei viaggiatori, arrivati a superare i 14 milioni, e la lotta ai portoghesi. In particolare, molto rilevante è stato l’aumento deu viaggiatori sul servizio urbano di Modena che ha fatto registrare un incremento del 4 e mezzo percento. Tra le novità per il 2009, l’intenzione già annunciata di abbandonare la gestione del servizio car sharing. E sul fronte del trasporto pubblico, oggi, c’è stata anche la firma di un interessante protocollo tra Comune di Maranello e Ferrari per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici da parte dei dipendenti del Cavallino rampante nei loro spostamenti casa-lavoro.    


Riproduzione riservata © 2016 TRC