in:

Una terza squadra di vigili del fuoco composta da cinque persone è già in allerta e pronta a partire per l’Abruzzo per aiutare le persone colpite dal terremoto. A regime saranno quindi 26 i vigili del fuoco partiti da Modena.

Stanno lavorando ininterrottamente le due squadre di vigili del fuoco che ieri mattina hanno raggiunto le zone terremotate dell’Abruzzo. A L’Aquila il comando provinciale di Modena ha inviato una squadra operativa, con quattro mezzi speciali, il cui compito è di prestare il primo soccorso alla popolazione e continuare a scavare tra le macerie, ed una squadra logistica che già da stamattina a Barisciano, un centro a trenta chilometri dal capoluogo abruzzese, ha montato un cucina da campo in grado di somministrare oltre 1000 pasti al giorno. Tra pochi giorni per le zone terremotate partirà anche il vicecomandante dei vigili del fuoco di Modena ingegnere Walterz Tuzi, originario proprio de L’Aquila. Intanto per garantire il servizio di emergenza in provincia di Modena sono stati raddoppiati i turni di lavoro, 24 ore al giorno con un riposto di altre 24, ed è stato richiamato in servizio tutto il personale in organico, circa 200 vigili per il territorio provinciale. Anche la terza squadra inviata da Modena avrà compiti operativi di primo soccorso. Mentre si scava ancora tra le macerie e, purtroppo, continua a crescere il numero delle vittime del terremoto in Abruzzo, i primi soccorritori modenesi sono già arrivati sul posto. Il presidente della Croce Blu di Mirandola Luigi Casetta si trova a Villa Sant’Angelo dove la Protezione civile dell’Emilia Romagna ha allestito due moduli in grado di ospitare 500 sfollati. E avverte: solo chi ha una preparazione specifica è autorizzato ad arrivare sul luogo della tragedia, e comunque la partenza deve essere coordinata a livello centrale, singoli e privati verranno rimandati indietro. Chi avesse però competenze può rivolgersi al centro della protezione civile di Marzaglia per verificare l’eventuale necessità, tel. 059 200200.


Riproduzione riservata © 2016 TRC