in:

Da settembre cambia il trasporto pubblico in città con l’obiettivo di venire incontro alle nuove esigenze dei viaggiatori. Dopo 12 anni dal famoso ‘piano Husler’.

Dopo 12 anni dalla rivoluzione Husler, cambia il trasporto pubblico modenese con nuove fermate, nuovi terminal (in via Gottardi e al Polo Leonardo), nuove paline informative e nuovi punti di raccolta del Prontobus: il servizio servirà anche il quadrante Nord Est, tra Albareto e Saliceto Panaro, e quello Sud Ovest, tra Baggiovara e Marzaglia. In questi 12 anni Modena è cambiata e sono cambiate pure le esigenze dei viaggiatori. Per questo il Comune di Modena, l’Agenzia per la Mobilità e Atcm hanno revisionato l’intero servizio: cambieranno i percorsi delle linee 7 e 13 e nascerà la nuova linea 14 che collegherà la fascia ferroviaria. 80 le fermate in più con frequenze uniformate a 10 e 12 minuti. Sarà inoltre rafforzata la presenza del servizio sugli assi stradali principali della città, via Emilia, Via Vignolese, via Nonantolana e via Corassori. Nei prossimi tre mesi i lavori preliminari (non particolarmente invasivi per i cittadini) poi, dal 7 settembre, la revisione vera e propria. A fine agosto partirà una campagna informativa con indicazioni dettagliate di tutte le modifiche di percorso o di orari.


Riproduzione riservata © 2016 TRC