in:

Una domenica delle Palme un po’ speciale per i modenesi: hanno potuto rimirare la facciata del Duomo senza più le impalcature. Il cantiere si è nel frattempo trasferito sul lato sud.

La facciata del Duomo di Modena adesso ha ritrovato il suo antico splendore. Grazie a un delicato intervento di recupero si può rimirare la splendida luminosità del marmo del capolavoro romanico, patrimonio dell’umanità. I lavori sulla superficie della facciata hanno consentito di ripulire pietre e decorazioni, oltre a mettere in sicurezza lo splendido rosone centrale. Questa mattina erano molte le comitive in visita al Duomo e tanti i modenesi con il naso all’insù. I lavori di restauro adesso si sposteranno sul lato sud della cattedrale, quella che si affaccia su via lanfranco: sarà ripulita la copertura. I lavori dureranno circa due anni. Anche l’interno del capolavoro romanico è interessato da importanti interventi. Nella domenica delle Palme, il giorno in cui la chiesa ricorda l’ingresso di Gesù a Gerusalemme, i modenesi che hanno seguito la celebrazione liturgica oltre al rametto di ulivo, simbolo di pace, hanno potuto godere della bellezza di un luogo di culto ammirato e invidiato da tanti..


Riproduzione riservata © 2016 TRC