in:

A 83 anni ha deciso di destinare 20 euro tolti alla pensione al Fondo di solidarietà del Comune di Finale Emilia. Quella che vi raccontiamo è davvero una bella storia di partecipazione. Protagoniste un’anziana signora e la sua badante moldava.

“E’ vero, venti euro sono pochi. Ma se lo faccio io che vivo della mia pensione, qualcun altro può seguire il mio esempio”. E’ risoluta più che mai la signora Maria Margherita Preti, 83 anni di Bologna, che questa mattina ha fatto arrivare al sindaco di Finale Emilia una lettera scritta con il cuore e un contributo, di 20 euro appunto, per il fondo di solidarietà che il Comune della bassa ha attivato per chi, vittima della crisi economica, ha perso il lavoro. Dopo che sindaco e assessori si sono decurtati l’indennità e dopo la decisione dei consiglieri della maggioranza di destinare al Fondo il gettone di presenza in consiglio comunale, ecco che l’iniziativa si allarga anche ai privati cittadini. E la prima a voler contribuire è stata la signora Margherita, nata a Finale, una vita privata e professionale tutta all’insegna dell’impegno, prima bracciante agricola e mondina, poi funzionaria della Cgil e quindi del Partito Comunista. Gli anni della gioventù in giro per l’Italia e poi casa a Bologna dove far crescere i due nipoti rimasti senza madre. Una storia e un percorso di vita raccontato anche nelle pagine di un libro. Con Finale c’è sempre stato un rapporto forte: fino a 2 anni fa la signora Margherita era solita festeggiare con gli amici finalesi la festa dell’8 marzo, poi una malattia invalidante l’ha costretta a fermarsi, ma solo con le gambe. E’ un’accanita lettrice e su L’Unità di qualche giorno fa ha letto dell’iniziativa del sindaco Soragni e, d’impulso, ha deciso di fare la sua parte: 15 euro tolti alla pensione, più 5 euro offerti dalla sua badante, una donna moldava che l’assiste giorno e notte. Un solo cruccio, poter tornare la prossima estate nel suo comune di nascita. “E’ stato un atto di coscienza” – ci ha raccontato Margherita al telefono “Spero che qualcun altro, sentendo la mia storia, faccia lo stesso”. Il sindaco l’ha già ringraziata e invitata ufficialmente a Finale.


Riproduzione riservata © 2016 TRC