in:

Modena discute il piano casa del Governo. Favorevoli gli agenti immobiliari, contrari Provincia e Regione. Intanto il Comune ha dato il via libera alla variante dell’area Frigoriferi Generali.

Giudizi contrastanti sul “piano casa” del Governo. L’associazione degli agenti immobiliari, Fiaip, ritiene che sarà utile per favorire l’occupazione e lo sviluppo e chiede alla Regione di non alzare barriere ideologiche per bloccarne l’applicazione. Di diverso parere gli assessore alla pianificazione di Provincia e Regione. Per Maurizio Maletti si tratta di un condono preventivo: “Proprio mentre gli enti locali – dice – cercano di ridurre il consumo di territorio puntando su riqualificazione dell’esistente, edilizia sociale e tutela del paesaggio”. Secondo il neoassessore regionale Giancarlo Muzzarelli: “L’Emilia Romagna non ha bisogno del fai da te del Governo perché ha una propria politica per la casa”. Intanto a Modena, la Lega Nord ha presentato un ordine del giorno per impedire la costruzione di 210 appartamenti in via Canizzaro, mentre il consiglio comunale ha approvato la variante dell’area Frigoriferi Generali, tra via Paolo Ferrari e la ferrovia. La nuova progettazione dell’area di circa 4200 metri quadri consentirà di realizzare 36 alloggi, con particolare attenzione alle problematiche acustiche dovute alla vicinanza della ferrovia, un terzo dei quali di edilizia residenziale pubblica, circa 2000 metri quadrati di negozi, magazzini, uffici, laboratori e un albergo. Gli alloggi avranno una dimensione media di 75 metri quadri, e l’altezza massima degli edifici non potrà superare i 10 piani. Saranno anche aumentati i parcheggi interrati, in modo da lasciare uno spazio aperto che permetta di raggiungere la zona verde del comparto Acciaierie ed il Museo Casa Natale Enzo Ferrari. Nel frattempo nella zona sono state realizzate alcune strade: il prolungamento di via Soli, il prolungamento di via Vandelli, e la Gronda Sud.


Riproduzione riservata © 2016 TRC