in:

Sindacati di Polizia e Cocer dicono no alle ronde, giudicate inutili, se non addirittura dannose ai fini della sicurezza. Quello che serve davvero – hanno affermato – è rafforzare i presidi periferici.

Un no deciso alle ronde, specie se considerate come un’alternativa ai professionisti della sicurezza, quello formulato questa mattina dal Cocer della Guardia Di Finanza e da tutti i sindacati di Polizia: Silp, Siulp, Consap e Sap. Un incontro a palazzo Municipale con rappresentanti e delegati per fare il punto sull’ultimo, discusso, provvedimento in materia di sicurezza, ma soprattutto per ribadire la netta contrarietà alla politica dei tagli adottata dal Governo. L’esiguità delle risorse – hanno detto – non ha fatto che aggravare la situazione, già critica, relativamente a organico e automezzi. Più penalizzati, a livello locale, sono i distaccamenti periferici di Ps di Carpi e, soprattutto, di Mirandola dove il personale non riesce ad assicurare la copertura di tutti i turni di servizio. E le previsioni per il futuro non sono buone. Nei prossimi due o tre anni, nel modenese, andranno in pensione dai 20 ai 30 agenti, che le nuove assunzioni disposte a livello centrale riusciranno a colmare solo in parte.


Riproduzione riservata © 2016 TRC