in:

Il Festival filosofia si farà. Dopo il vivace confronto dei mesi scorsi, oggi pomeriggio in Municipio è stata raggiunta l’intesa tra i filosofi dissidenti e le amministrazioni comunali.

Pace fatta nel nome di una manifestazione entrata nel cuore dei modenesi e degli italiani, ma anche dei protagonisti stessi della rassegna. Il Festival filosofia si farà: il prossimo autunno e negli anni a venire, con il pieno sostegno di tutti coloro che hanno contribuito al successo dell’iniziativa. Oggi pomeriggio, i filosofi dissidenti e le amministrazioni coinvolte hanno raggiunto l’intesa che dà un futuro certo alla manifestazione, non più sotto l’egida della Fondazione San Carlo, ma affidato ad un ente autonomo, probabilmente un’associazione, sotto la direzione scientifica di Michelina Borsari e con il coordinamento di Remo Bodei. E’ stata dunque accolta la proposta lanciata, nel pieno del confronto, dal Sindaco Pighi, per uscire da una situazione di stallo che rischiava di mettere in discussione la riuscita dell’evento. Per una vicenda che si chiude positivamente, ce n’è un’altra ancora aperta. Gregory e Filoramo, in rappresentanza dei sette filosofi dimissionari dal Comitato scientifico della Scuola di Alti Studi, dopo oltre due ore di confronto con il cda della Fondazione San Carlo, hanno chiesto qualche giorno di tempo prima di decidere se ritirare le dimissioni. Ma il presidente della Fondazione, Roberto Franchini, ha comunque già assicurato piena collaborazione alla prossima edizione del Festival filosofia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC