in:

“Con la sicurezza stradale ci guadagni” è lo slogan della campagna presentata oggi in Prefettura. Anche il dato sulle morti per incidente incoraggia a insistere con la prevenzione.

La provincia di Modena ha centrato con due anni d’anticipo l’obiettivo del dimezzamento delle morti per incidente stradale fissato dall’Unione Europea per il 2010. Alle 112 vittime del 2000 si contrappongono infatti le 49 registrate lo scorso anno, meno della metà, appunto. Il dato è stato reso noto questa mattina, in Prefettura, nel corso di un incontro dedicato alla presentazione della nuova campagna d’informazione sulla sicurezza stradale. Presenti, oltre al vice prefetto Ventura e all’assessore provinciale Guaitoli, anche rappresentanti di Polizia stradale, Motorizzazione, Aci e autoscuole. “Con la sicurezza stradale ci guadagni” lo slogan che campeggia sui nuovi manifesti e pieghevoli che, a partire dai prossimi giorni, saranno diffusi a migliaia negli uffici pubblici e nelle autoscuole modenesi. Scopo dell’iniziativa è incentivare la conoscenza delle nuove norme del codice della strada entrate in vigore con l’approvazione della legge 125 del 2008. Norme che prevedono un inasprimento di sanzioni e provvedimenti nei confronti dei trasgressori. Tra i comportamenti puniti con maggiore severità l’accesso di velocità, l’utilizzo del cellulare al volante e naturalmente la guida in stato ebbrezza o sotto l’effetto di droghe. Per chi rifiuta di sottoporsi ai controlli si può arrivare fino alla confisca del veicolo, mentre per i recidivi è prevista la revoca della patente.


Riproduzione riservata © 2016 TRC