in:

E’ aumentata ancora, nel corso del 2008, la popolazione modenese. I residenti sfiorano quota 690 mila. Ogni 10 nuovi arrivi, 8 sono stranieri.

Il traguardo dei 700 mila abitanti appare ormai dietro l’angolo. Nel 2008 la popolazione del territorio modenese ha quasi raggiunto quota 690 mila, con una crescita dell’1,6 per cento, pari a 10 mila 600 nuovi cittadini. Al 1° gennaio di quest’anno alle anagrafi comunali risultavano, appunto, 688.286 residenti. In maggioranza le donne, quasi 360 mila, mentre gli uomini superano di poco le 337 mila unità. I dati, ancora provvisori, sono stati elaborati dal servizio Statistico della Provincia e confermano la tendenza alla crescita emersa negli ultimi anni. Una crescita dovuta, in buona parte, ai flussi migratori: ogni dieci nuovi modenesi, 8 sono di nazionalità non italiana. Se la stima fosse confermata verrebbe superata a livello provinciale la quota del 10 per cento di stranieri rispetto ai residenti. Bastiglia e Castelfranco sono i comuni che hanno registrato gli incrementi più elevati, rispettivamente del 3,8 e del 3,6 per cento. Popolazione in aumento anche a S.Prospero, Vignola, Bomporto, Soliera e Mirandola. Carpi, con oltre 1.300 nuovi arrivi, ha superato i 67 mila residenti, mentre Sassuolo rimane la terza città del territorio provinciale, stabile a 41 mila 500 residenti. I dati confermano l’attendibilità dello scenario futuro indicato nell’ambito del Ptcp, il Piano territoriale di coordinamento provinciale, secondo cui, nel 2015, vi saranno 730 mila abitanti e 116 mila stranieri che rappresenteranno il 16 per cento della popolazione.


Riproduzione riservata © 2016 TRC