in:

Non solo le tre piazze di Botta. In attesa di Sant’Agostino, entra nel vivo il percorso di qualificazione di piazza XX settembre. L’amministrazione modenese ha scelto i vincitori del Concorso di idee.

Una nuova pavimentazione, un piano irregolare sopraelevato di 45 centimetri, immensa panchina o moderna ‘preda ringadora’, che da via Albinelli entra nella piazza, inglobando la struttura di servizio e diventando una sorta di palcoscenico permanente, per spettacoli e manifestazioni, ma anche per i dehors dei pubblici esercizi esistenti. Sono queste le principali caratteristiche del progetto della società bolognese Sg Lab che si è aggiudicata il Concorso di idee bandito dal Comune di Modena per la qualificazione di piazza XX settembre, dopo il trasferimento dei chioschi degli ambulanti, previsto per l’inizio del 2010. Il progetto – ha spiegato Rossella Cadignani, che ha presieduto la giuria – è stato l’unico, su 31 presentati, a rispondere in toto ai prerequisiti fissati dall’amministrazione: polifunzionalità della futura piazza e valorizzazione commerciale.Il secondo premio è andato ai modenesi dello studio di architettura Acz con il progetto “La piazza della matematica”; terzi i romani Toppetti, Egidi e D’Ambrosio con “La piazza degli uomini liberi”. Proposte che saranno presentate domani sera alle 21 al Laboratorio della Città, presso la Palazzina Pucci. I vincitori del Concorso di idee saranno ora coinvolti dall’amministrazione nella progettazione esecutiva. L’obiettivo è quello di concludere i lavori nel primo semestre del 2010.


Riproduzione riservata © 2016 TRC