in:

Il maltempo continua a far danni nella nostra provincia, dopo la provinciale 623 per Guiglia, anche la 486 che collega Montefiorino – Frassinoro è stata interrotta da una frana. E nei prossimi giorni si prevede un aumento delle precipitazioni.

Le strade del nostro Appennino stanno letteralmente cadendo a pezzi. A flagellarle il maltempo, implacabile. Due settimane fa è toccato alla provinciale 623 Passo Brasa, che collega Guiglia a Vignola. Il manto stradale è sprofondato per diversi metri, a causa di una frana che non accenna a fermarsi. L’intervento per realizzare un passaggio a monte non potrà essere avviato finchè lo smottamento non si assesterà. Nelle ultime ore è stata chiusa anche la provinciale 486, che collega Montefiorino a Frassinoro, in località Riccovolto. Un muro di sostegno ha ceduto, a causa delle piogge incessanti, e parte del manto stradale è crollato, aprendo una voragine. Per i residenti di Frassinoro, l’itinerario alternativo da seguire è la provinciale 32. Una situazione, quella del dissesto idrogeologico, che potrà solo peggiorare nei prossimi giorni, dato che, dicono dall’osservatorio dell’Università di Modena, sono previste precipitazioni sempre più intense. Tra domani e domenica mattina si verificherà una recrudescenza dei fenomeni, con temporali a raffica – spiega Luca Lombroso. Solo tra domenica pomeriggio e lunedì si avrà qualche debole apertura, ma da martedì è in arrivo una nuova perturbazione. Insomma, di lasciare gli ombrelli a casa non se ne parla proprio.


Riproduzione riservata © 2016 TRC