in:

Carichi di lavoro insopportabili per la polizia di Modena, che deve fare i conti con i tagli del Governo al comparto sicurezza. E’ l’allarme lanciato dal Silp, mentre diverse associazioni cittadine ringraziano le forze dell’ordine per le brillanti operazioni dei giorni scorsi…

Ferie arretrate dal 2007, doppi turni di lavoro e eliminazione del riposo settimanale. Straordinari sottopagati. Sono le condizioni di lavoro degli agenti della Questura di Modena. A denunciare una situazione definita “insostenibile” è il Silp, sindacato di polizia, che ritiene non accettabile che siano i poliziotti a farsi carico interamente delle crescenti richieste di sicurezza, mentre il Governo Berlusconi taglia le risorse per gli organici. La situazione attuale – spiega il segretario Roberto Di Biase – è frutto della Finanziaria 2008, e con le risorse stanziate da Roma per il 2009, il settore rischia di collassare, proprio mentre la sicurezza diviene sempre più fondamentale per i cittadini”. E un ringraziamento sentito alla polizia arriva da Federfarma, per l’arresto del rapinatore che due giorni fa ha colpito la farmacia di via Vittorio Emanuele, a Modena, e ha minacciato la titolare armato di siringa. L’associazione annuncia la distribuzione di un questionario, preparato dalla Questura, a tutti gli esercizi associati, e per fare il punto sulle condizioni di sicurezza e possibilmente migliorarle con la consulenza di ufficiali di polizia. Richiamano invece l’attenzione sulla violenza contro le donne le associazioni femminili modenesi, riferendosi all’episodio di martedì sera. Nell’esprimere solidarietà alla modenese aggredita, e ringraziare i carabinieri per il pronto intervento, le associazioni invocano provvedimenti di tutela urgenti per le donne.


Riproduzione riservata © 2016 TRC