in:

Sarà aperto entro la fine dell’anno il cantiere per la costruzione della nuova sede del Liceo psico pedagogico Carlo Sigonio che sorgerà in Cittadella. Il cantiere rimarrà aperto 18 mesi. Costo dell’opera 12 milioni di euro.

Investire in edilizia scolastica per contrastare la riforma del ministro Gelmini che taglia le ore di lezione e il numero di insegnanti, con l’obiettivo di migliorare la didattica. E’ la risposta dell’amministrazione comunale di Modena che stamattina ha presentato il progetto per la realizzazione della nuova sede del liceo psico pedagogico Carlo Sigonio di Modena. Il nuovo complesso scolastico, con corti interne che si alternano a spazi verdi, prevede la costruzione di cinque distinti corpi di fabbrica perpendicolari ad un unico corridoio; nascerà in Cittadella, all’angolo tra via Montecuccoli e via Padre Candido. Ad ogni elemento volumetrico è associata una diversa tipologia didattica adattabile ai differenti percorsi di studio o di anno di frequenza. La palestra avrà un accesso indipendente e sarà utilizzabile anche per manifestazioni pubbliche. La realizzazione della nuova sede del Liceo Carlo Sigonio, consentirà di mettere mano alla ristrutturazione di tutte le scuole primarie e secondarie del centro storico. A trasloco avvenuto l’edificio di via Saragozza, potrà ospitare le scuole elementari Pascoli, che saranno così collegate al nido e alla materna che sorgeranno nel complesso San Paolo. Con lo spostamento delle Pascoli, le attigue scuole medie San Carlo potranno godere di maggiore spazio.


Riproduzione riservata © 2016 TRC