in:

Anche i sindacati di polizia chiedono al Governo di mantenere l’impegno di mandare rinforzi delle forze dell’ordine a Modena. Adesioni alla raccolta di firme del Pd.

Il Siulp, sindacato unitario di polizia, annuncia che aderirà a qualunque iniziativa che possa servire ad aumentare gli organici delle forze dell’ordine e quindi il livello di sicurezza. Questo perché, spiega il sindacato, l’organico della polizia rispetto al 2003, quando è entrato in funzione l’ex Cpt, ora Cie, è inferiore di 30 unità e quindi anche l’arrivo di 10 agenti in più, fondamentali, non sarebbe però risolutivo. L’uso dei militari al Centro di identificazione ed espulsione ha permesso di utilizzare più persone sulle volanti e negli uffici investigativi, ma solo in città, perché – aggiunge il Siulp – la situazione dei commissariati resta critica. E comunque, si legge in una nota, l’esercito non resterà per sempre. Il Siulp, che con gli altri sindacati ha partecipato alla presentazione della raccolta di firme del Pd per l’arrivo dei rinforzi già previsti – 25 persone fra polizia, carabinieri e finanzieri – si augura che sul tema vi sia massima convergenza politica. E aderisce alla raccolta firme del Pd anche il sindacato di polizia Silp-Cgil, che chiede al Governo di riportare il tema sicurezza tra le priorità, a partire dal territorio modenese.


Riproduzione riservata © 2016 TRC