in:

Il Sindaco di Modena Giorgio Pighi ha scritto al Ministro Maroni per chiedere ancora una volta di rispettare gli impegni del Patto per la sicurezza.

“Il Governo dia subito una risposta in materia di sicurezza, e invii i 25 agenti in più promessi”. Il tema, già rilanciato nei giorni scorsi dalla segreteria locale del Partito democratico, che a questo scopo ha anche promosso una raccolta di firme, è stato riportato prepotentemente alla ribalta dai fatti di cronaca di questi giorni. Ultimo in ordine di tempo la rapina della scorsa notte alla “Vecchia Pirri”. Il segretario del Pd, Stefano Bonaccini, richiama oggi, ancora una volta, il Governo agli impegni assunti. Stesso appello dal presidente della Provincia, Emilio Sabattini, che sottolinea anche l’insufficienza dell’organico del Tribunale. Solidarietà ai gestori del locale rapinato arriva da Ascom Confcommercio, che chiede una soluzione urgente al problema sicurezza. Secondo Andrea Leoni, consigliere Pdl in Comune a Modena, la situazione della città è da addebitare all’amministrazione, che per anni “ha posto la questione sicurezza all’ ultimo posto dell’agenda”. “L’allarme va colto da chi ha responsabilità diretta in materia, e quindi dal Governo” ricorda il Sindaco di Modena, Giorgio Pighi, che questa mattina ha fatto visita ai gestori del locale rapinato. Nel pomeriggio Pighi ha incontrato i comitati di cittadini, i rappresentanti delle associazioni di categoria e i capigruppo del consiglio, per illustrare la lettera inviata al Ministro Maroni, in cui viene chiesto ancora una volta il rispetto del Patto per la sicurezza. Il Sindaco ha anche partecipato al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, nell’ambito del quale è stato deciso di rafforzare la collaborazione tra polizia e vigili urbani, soprattutto di notte, per assicurare il presidio del territorio, con attenzione alle attività più a rischio.


Riproduzione riservata © 2016 TRC