in:

Ricorre domani il 59esimo anniversario dell’eccidio alla Fonderie riunite di Modena e proprio domani sarà svelato il progetto vincitore del concorso di idee per lo storico edificio.

Domattina alle 9 al cippo dei caduti presso le ex Fonderie in zona Crocetta i segretari di Cgil, Cisl e Uil Donato Pivanti, Francesco Falcone e Luigi Tollari, assieme alle autorità cittadine, deporranno corone d’alloro per ricordare i tagici fatti del 9 gennaio 1950 quando la polizia di Scelba, negli scontri durante la manifestazione per chiedere la riapertura delle fabbriche, uccise 6 operai, i cui nomi sono entrati nella storia della nostra città e del movimento sindacale: Angelo Appiani, Renzo Bersani, Arturo Chiappelli, Ennio Garagnani, Arturo Malagoli e Roberto Rovatti.Sempre domani, ma alle 18, al laboratorio della città, presso la palazzina Pucci ex mercato bestiame in via canaletto 98, sarà aperta pubblicamente la busta che proclamerà il vincitore del concorso di idee per l’edificio delle ex fonderie riunite, al quale andrà un premio di 40 mila euro lordi, acconto per un eventuale successivo incarico. Si tratta del passo conclusivo di un lungo percorso che ha visto il coinvolgimento della cittadinanza per decidere come restituire alla città lo storico edificio a nord di Modena. Durante la serata saranno resi noti anche gli altri progetti che si sono classificati cui andranno premi minori. Seguirà l’esposizione pubblica dei progetti ed un breve spettacolo, ispirato alla storia e al futuro delle ex Fonderie.


Riproduzione riservata © 2016 TRC