in:

La sicurezza di ciclisti e pedoni deve essere una priorità delle priorità della pubblica amministrazione. La Federazione italiana amici della bicicletta di Modena chiede una maggiore attenzione nei confronti di piste ciclabili e marciapiedi, tramite una lettera aperta inviata a tutti i primi cittadini modenesi…

I fatti delle ultime settimane hanno riportato prepotentemente l’attenzione sulla necessità di maggiore sicurezza stradale per pedoni e ciclisti. I dati, anche a Modena, che da anni lavora per realizzare piste ciclabili, attraversamenti e più in generale infrastrutture per la sicurezza stradale di ciclisti e pedoni, fanno pensare. I cosiddetti utenti deboli della strada, il 19% degli spostamenti in strada, rappresentano il 38% dei feriti e quasi il 53% dei morti, secondo la Fiab, la federazione italiana Amici della biciletta. A Modena, dicono gli esponenti di Faib, tanto è stato fatto, ma altrettanto resta da fare, in termini di sicurezza, di fronte ad un traffico in costante aumento e ad atteggiamenti individuali non sempre rispettosi di chi è spesso in strada. Fiab ha inviato una lettera aperta a tutti gli amministratori modenesi, nella quale si chiede di realizzare altre piste ciclabili e di intervenire sulle esistenti e gli attraversamenti con lavori di manutenzione.


Riproduzione riservata © 2016 TRC