in:

E con la fine del 2008 chiude anche la discarica di via Caruso. Fino a che non sarà a regime il termovalorizzatore, i rifiuti di Modena verranno smaltiti da Aimag.

Come previsto chiude domani, mercoledì 31 dicembre, la discarica di rifiuti di via Caruso. Termina così l’attività di un impianto storico per la gestione dei rifiuti a Modena, in funzione dai primi anni ’50, quando l’attività era gestita dall’impresa privata Pastorino poi municipalizzata Amniu (Azienda municipalizzata nettezza e igiene urbana). Come indicato nei piani di Provincia e Comune, l’area sarà rinaturalizzata per farne un bosco urbano. Il termovalorizzatore è stato acceso il 19 dicembre, ma serviranno ancora alcune settimane prima che l’impianto completi la fase di “rodaggio” per iniziare a bruciare i rifiuti; per questo motivo, chiusa via Caruso, per un periodo previsto di circa due mesi, i rifiuti del bacino gestito da Hera Modena saranno smaltiti negli impianti di Aimag, “Si tratta di una collaborazione tra Hera e Aimag all’insegna della reciprocità” – sottolinea Alberto Caldana, assessore all’Ambiente della Provincia di Modena. “Significa che, terminato l’accordo, Hera si impegna a smaltire nei propri impianti lo stesso quantitativo di rifiuti prodotti nel bacino Aimag”. In base all’accordo, saranno smaltiti circa sei-sette mila tonnellate di rifiuti al mese con l’impegno di interrompere l’operazione se il termovalizzatore diventerà pienamente operativo prima del termine.


Riproduzione riservata © 2016 TRC