in:

Santo Stefano: già tempo di un primo bilancio sull’andamento delle vendite per i commercianti. Calano le spese per l’abbigliamento, ma crescono leggermente gli acquisti per il settore alimentare. I modenesi quest’anno per Natale hanno preferito regalare ceste natalizie, in attesa dei saldi.

Il Natale ha portato un po’ di respiro per i commercianti modenesi, anche se non ha compensato la flessione registrata durante l’intero anno. Secondo una primaria rilevazione di Confesercenti Modena sulle tendenze degli acquisti in vista delle festività c’è stata, infatti, una lieve inversione di marcia, anche se siamo lontani dal recupero del trend con il segno meno. Quello più penalizzato da questo 2008 di crisi è stato il settore dell’abbigliamento che registra un calo a macchia di leopardo nella nostra provincia. Lieve ripresa in alcune realtà come Carpi e l’Area Nord, ma solo sulla vendita di accessori e non in maniera rilevante, continua flessione nel resto del territorio. Modenesi, dunque, cauti nelle spese consistenti per indumenti di valore come cappotti, vestiti e scarpe fino al 3 gennaio, data di avvio dei saldi, quest’anno anticipata dalla Regione. Tiene il settore alimentare, che registra addirittura un lieve aumento nei negozi fortemente specializzati, soprattutto dovuto all’acquisto di ceste natalizie. In periodo di crisi, infatti, molti hanno preferito regalare ai propri cari beni alimentari, piuttosto che altro. Crollano le vendite di beni durevoli come gli elettrodomestici; mentre resta stazionaria rispetto al 2007 la vendita di giocattoli. Trend in aumento, invece, per libri e beni tecnologici, ma anche per viaggi ed offerte di agenzie turistiche. “Questo Natale contribuisce a chiudere in maniera meno negativa il 2008, anche se l’andamento annuale non è rassicurante – ha affermato Tamara Bertoni, direttore generale di Confesercenti Modena – Per avere un quadro più specifico, si dovranno, comunque, aspettare i primi giorni del 2009 per una rilevazione diffusa su un campione di 100 imprese”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC