in:

Costerà 17 milioni il recupero dello storico convento di San Paolo, interamente finanziati dalla Fondazione Cassa di risparmio di Modena. Il cantiere inizierà nei primi mesi del 2009…

Molti modenesi ancora ricordano e rimpiangono i Cortili, il luogo migliore per le calde serate estive. La movida di qualche anno fa, da tempo ha lasciato spazio alle mostre della Provincia nell’ex chiesa esterna, ma adesso per l’imponente complesso del convento San Paolo è davvero giunto il momento del completo recupero. Stamattina Fondazione Cassa di risparmio di Modena, Comune, Provincia, Università e Asp Patronato figli del popolo hanno firmato l’accordo che consentirà all’amministrazione di appaltare i lavori nei primi mesi del 2009. Un intervento da 17 milioni, finanziato dalla Fondazione, che riporterà il complesso cinquecentesco alla vocazione educativa voluta dal duca Francesco IV che nel 1815 lo trasformò in “Educatorio San Paolo”. Il comparto di 9mila metri quadrati, compresi i 3600 dei cinque giardini interni, dopo i lavori ospiterà la biblioteca di Giurisprudenza, a servizio della facoltà che già a gennaio dovrebbe trasferirsi nel vicino ex convento di San Geminiano, un asilo nido e una scuola materna comunale, gli spazi espositivi della Provincia, salette polifunzionali per enti assistenziali e servizi sociali. Il progetto di recupero, firmato da Politecnica e dal compianto architetto Franca Stagi, prevede inoltre di mantenere in funzione gli esercizi commerciali esistenti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC