in:

6.500 interventi in 12 mesi: tanto l’impegno dei vigili del fuoco di Modena e provincia. Nonostante la carenza di uomini, mezzi e fondi. Oggi, in occasione della festa del corpo, il comandante ha illustrato un anno di lavoro, e ha lanciato un allarme per l’A22.

6.500 interventi da settembre 2007 a settembre 2008, di questi 2.079 incendi, 305 operazioni per danni da acqua e 460 incidenti, questi ultimi in calo del 10%, grazie, ha detto il comandante provinciale dei vigili del fuoco, Giuseppe Lo Presti, a controlli stradali e manutenzione viaria. In aumento del 20% invece gli interventi a seguito di reati. 25 le segnalazioni in materia di sicurezza del lavoro, anche se, ha aggiunto il comandante, le aziende modenesi, per quanto riguarda le competenze dei pompieri, sono abbastanza virtuose. Sono questi i dati illustrati da Lo Presti in occasione della festa della patrona del corpo, Santa Barbara. Annunciato anche per il 2009 l’ampliamento della sede provinciale. Ma le note non sono tutte positive, anzi: il comandante ha spiegato che continuano a mancare uomini e mezzi e anche i fondi per la manutenzione, e se non fosse per i volontari non sarebbe possibile svolgere tutti i servizi. E dal comandante un ultimo appello: serve una pompa serbatoio piccola da usare sull’A22 quando saranno in corso i lavori per la terza corsia: con il restringimento dello spazio per l’emergenza i pompieri con gli attuali mezzi non potrebbero raggiungere il luogo dell’intervento.


Riproduzione riservata © 2016 TRC