in:

Rette e tariffe bloccate per il 2009. Il Comune di Modena sigla un patto con i sindacati. Ma i tagli si faranno in altri comparti.

Un 2009 senza aumenti di rette e tariffe, neppure per adeguarle all’inflazione. Una decisione sofferta, che comporterà naturalmente tagli in altri comparti, ma che il Comune di Modena e i sindacati confederali hanno concordato in mattinata vista l’eccezionalità dell’attuale situazione di crisi. E’ quanto si legge in un comunicato stampa congiunto firmato dal sindaco di Modena Giorgio Pighi e dai segretari provinciali di Cgil Donato Pivanti, di Cisl Francesco Falcone e di Uil Luigi Tollari. Il Comune di Modena aveva già deciso di spendere oltre 100 milioni di euro a favore dei cittadini per i servizi rivolti agli anziani, all’infanzia e alle categorie svantaggiate. A questo si aggiunge per tutto il 2009 il blocco delle tariffe dei servizi sociali gestiti dal Comune: quindi non vi saranno aumenti per le rette delle strutture protette per anziani, degli asili nido, delle scuole materne e degli altri servizi a domanda individuale.


Riproduzione riservata © 2016 TRC