in:

Si chiama chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ma spesso vengono chiamati mormoni. Stamattina li abbiamo incontrati e conosciuti, proprio mentre si appresta a compiere 40 anni la prima congregazione modenese.

Molti li conoscono come “mormoni” ma loro preferiscono farsi chiamare con il loro vero nome, cioè Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Il loro culto è ispirato al Libro di Mormon, un profeta che testimoniava le gesta di Gesù Cristo e su cui si basa principalmente il loro credo. Le prime congregazioni nascono negli Stati Uniti nel 1830 a Salt Lake City nello Utah, ma già nel 1835 si hanno i primi fedeli anche in Europa. Oggi la comunità conta più di 13 milioni di fedeli nel mondo di cui più di 22 mila in Italia ed è stabilmente radicata anche nella realtà modenese. Nella sede in via Cilea infatti, oltre alle riunioni domenicali che si svolgono nella cappella, i volontari tengono corsi di lingua inglese, musica, svolgono progetti nel sociale o semplicemente si trovano per attività ricreative. Tutti i membri hanno una loro vita personale, che può comprendere un lavoro, la famiglia e non partecipano alla comunità in modo gerarchico. Tra le tante peculiarità dei fedeli il codice della salute, che prevede l’astensione da tabacco, alcool e droghe per mantenere purezza spirituale. La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni a Modena conta circa 300 membri ed è aperta a tutti quelli che la vogliono conoscere e frequentare attivamente.


Riproduzione riservata © 2016 TRC