in:

Uniformare l’aliquota iva da applicare a tutte le operazioni riferibili al settore, cercando di ridurne l’onere e quindi l’evasione. Questa la proposta lanciata stamattina nel convegno “Soluzione quattro percento” che ha riguardato il mercato dell’edilizia.

Legalità , sicurezza nei posti di lavoro, trasparenza, regole nel settore dell’edilizia e misure necessarie per sostenere il mercato. Sono questi i temi principali affrontati stamattina nel corso del convegno “Soluzione quattro per cento”organizzato dall’Associazione Piccole e Medie Industrie. Durante l’incontro è stata sottolineata l’importanza di contrastare il fenomeno dell’infiltrazione della criminalità organizzata, sostenendo quelle imprese in difficoltà che potrebbero appoggiarsi a tali organizzazioni. Interventi quanto mai necessari anche per una realtà come Modena che, come è emerso dalle parole del Ministro dell’interno Maroni, non è esente dal problema. Grande attenzione durante i lavori anche per la situazione economico-finanziaria, che nel momento della grave crisi globale ha accentuato il clima di preoccupazione per le imprese. La Soluzione, a cui fa riferimento il titolo del convegno, consisterebbe nell’uniformare l’aliquota iva da applicare a tutte le operazioni riferibili al settore, suscitando l’interesse del consumatore finale a rendere tracciabili le operazioni. In questo modo si garantirebbe la massima trasparenza, con un’immediata ricaduta positiva sul sistema economico.


Riproduzione riservata © 2016 TRC