in:

Reperti importanti che raccontano l’antica storia del territorio. Sono emersi dalle pavimentazioni dell’ex chiesa di Santa Maria a Spilamberto, dove sono in corso lavori di restauro.

Ospiterà il nuovo Museo Archeologico di Spilamberto e a questo paese sta regalando interessanti sorprese. Stiamo parlando della Chiesa di Santa Maria, nella via omonima, dalle cui pavimentazioni, in seguito a lavori di restauro, sono emerse strutture murarie, pavimentali e funerarie databili tra il basso medioevo e l’età rinascimentale. Ma è di questi giorni un’altra scoperta: il recupero di teste e parte del busto di due statue in gesso di pregevole fattura, ritenute perdute, raffiguranti San Biagio e San Carlo. I lavori di riqualificazione della Chiesa di Santa Maria degli Angioli sono stati resi possibili grazie all’impegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Vignola, che ha acquistato l’edificio.


Riproduzione riservata © 2016 TRC