in:

Continua a far discutere il testamento biologico preventivo. Dopo la decisione di mettere online tutta la documentazione, l’associazione ‘Libera Uscita’ chiede al Csm di tutelare l’onore professionale del giudice Stanzani, duramente attaccato da una parte della politica.

Continua a dividere il decreto sul testamento biologico preventivo del giudice tutelare del Tribunale di Modena Guido Stanzani che ha riconosciuto il diritto di un modenese di 50 anni, sano, senza alcuna patologia manifesta, a nominare la moglie amministratore di sostegno; la donna è in questo modo autorizzata a decidere al posto del marito le cure salvavita da applicare, in caso lui non sia più in grado di farlo. Una scelta contestata e condannata dal deputato dell’Udc Luca Volontè (‘Che il Csm sanzioni questi giudici impazziti d’ideologia’ – ha detto), dal sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano (“Una parte della magistratura vuole sostituirsi al Parlamento” – il commento) e, per rimanere a Modena, dall’Onorevole Isabella Bertolini. La parlamentare del Pdl, in particolare, si è scagliata contro la decisione di pubblicare online i moduli per redarre, da soli e senza l’aiuto di un avvocato, il testamento biologico preventivo. Una decisione presa dall’avvocato che ha seguito la prima pratica, la modenese Maria Grazia Scacchetti, che in questo modo, ha voluto mettere a disposizione di tutti il lavoro fatto per il suo cliente. Per la Bertolini si è aperta di fatto la strada all’eutanasia, per questo chiederà l’intervento dei ministri alla Giustizia e alla Salute. Una serie di duri attacchi politici che ha spinto ‘Libera Uscita’, un’associazione che si batte per una legge che depenalizzi l’eutanasia, a chiedere al Consiglio Superiore della Magistratura di aprire una pratica a tutela del giudice Stanzani. In sostanza si chiede al Csm di esporsi direttamente approvando una risoluzione in cui si ribadiscano i valori dell’indipendenza e dell’autonomia della magistratura e venga tutelato l’onore professionale del magistrato, permettendo, così, al giudice Stanzani di svolgere le sue funzioni in modo sereno e imparziale.


Riproduzione riservata © 2016 TRC