in:

Il parcheggio interrato al parco Novi Sad non è più solo un’ipotesi. Stamattina è stata ufficialmente firmata la convenzione tra l’amministrazione comunale e Modena Parcheggi spa che realizzerà l’opera.

Una firma storica per Modena, destinata a cambiare completamente le abitudini degli automobilisti modenesi, di chi abita o si reca in centro storico. Al Novi Sad sarà realizzato il più grande parcheggio interrato dell’Emilia Romagna. A costruirlo, in project financing, Modena Parcheggi spa, l’associazione temporanea d’impresa composta da Cmb, Cooperativa di Costruzioni, CCC, Acea Costruzioni generali Due, Icsta Reggiani, Impresa Costruzioni Scianti, Parcheggi Cesena, Parcheggi Italia Bolzano e Saba Italia. Colossi del settore delle costruzioni e della gestione di parcheggi che si accolleranno l’investimento da oltre 31 milioni di euro e in cambio se ne assicurano la gestione per 39 anni e 3 mesi. Al Novi Sad, nei prossimi due anni e mezzo, saranno realizzati 1720 posti auto interrati, di cui 400 in vendita a prezzo agevolato (350 per i residenti del centro e 50 per enti pubblici), 600 ad abbonamento per residenti ed operatori del centro e 720 a tariffa oraria. A questi si aggiungono i 250 posti in superfice che rimarranno nell’area del parco, ma saranno a pagamento. E per rendere comoda la sosta a chi si deve recare nel cuore della città, una navetta, in funzione 24 ore su 24, porterà chi parcheggia al Novi Sad in centro. Per l’assegnazione dei posti in vendita e in affitto, verrà pubblicato un bando con diritto di priorità riservato ai residenti, mentre Modena Parcheggi, per rientrare dell’imponente investimento, avrà in concessione anche le entrate derivanti dai permessi in zona Ztl e di quelle provenienti dalla gestioni dei posti auto a pagamento intorno al centro.


Riproduzione riservata © 2016 TRC