in:

Taglio del nastro, in mattinata, per il nuovo centro di medicina rigenerativa “Stefano Ferrari”. Presente anche il ministro Sacconi. Il video messaggio del premier.

E’ stato inaugurato oggi a Modena, alla presenza del ministro Maurizio Sacconi, del Presidente della Regione Vasco Errani e di tutte le autorità accademiche istituzionali della nostra provincia, il Centro di Medicina rigenerativa “Stefano Ferrari” dell’Università degli studi di Modena e Reggio, la struttura più avanzata al mondo per la ricerca e le applicazioni terapeutiche delle cellule staminali: il centro è stato realizzato con il sostegno della fondazione Casa di Risparmio di Modena, che ha finanzaito il progetto con un investimento di circa 13 milioni di euro. La direzione del centro è stata affidata al prof. Michele De Luca, ordinario di Biochimica preso l’ateneo modenese, uno dei pionieri nella medicina rigenerativa: sarà affiancato da un team di ricercatori di prestigio a livello internazionale: la prof. sa Graziella Pellegrini, coordiantore della terapia cellulare, e il prof. Fulvio Mavillo, coordiantore della terapia Genica. Dopo l’introduzione del preside della facoltà di Bioscienze e biotecnologie della nostra università, il saluto del presidente del consiglio Silvio Berlusconi: “Il centro di medicina rigenerativa contribuisce a sfatare uno dei convincimenti negativi diffusi nel nostro paese, cioè il mito di una inarrestabile fuga di cervelli, delle intelligenze e degli scienziati”. Così il premier, complimentandosi con l’Università di Modena e Reggio Emilia, con la Fondazione Cassa Di Risparmio di Modena, attraverso un video messaggio proiettato all’inaugurazione del centro. “Oggi – ha detto Berlusconi – il nostro impegno, la vostra volontà , provano che l’Italia ha le risorse intellettuali, morali, necessarie”. A Modena gli ostacoli sono stati superati grazie all’impegno di un gruppo di pionieri della ricerca e della medicina. Oggi da qui, da Modena , viene un messaggio positivo, un esempio di eccellenza , un modello da imitare. E di eccellenza italiana ha parlato il ministro Sacconi.


Riproduzione riservata © 2016 TRC