in:

In tanti stamattina si sono recati in Duomo per l’ultimo saluto a Monsignor Batolomeo Santo Quadri. Il vescovo di Modena dal 1983 al 1996, deceduto nella notte tra giovedì e venerdì.

Oltre un migliaio di modenesi, insieme a rappresentanti delle istituzioni, esponenti del mondo militare, tutti i sacerdoti della Diocesi di Modena e Nonantola e moltissimi vescovi hanno partecipato questa mattina alle esequie di Monsignor Bartolomeo Santo Quadri, arcivescovo emerito di Modena e Nonantola, deceduto nella notte tra giovedì 16 e venerdì 17 ottobre. Monsignor Quadri era stato vescovo della nostra città dal 1983 al 1996, precendentemente aveva svolto il ruolo di assistente nazionale delle Acli e aveva dato il suo contributo al Concilio Vaticano II. A presiedere la liturgia funebre è stato il cardinale Carlo Caffarra, arcivescovo di Bologna e Presidente della Conferenza Episcopale dell’Emilia Romagna; mentre l’omelia è stata affidata al vescovo di Modena monsignor Benito Cocchi, che ha ricordato l’impegno di Monsignor Quadri nel sociale. Nelle toccanti parole dell’omelia, Monsignor Cocchi ha sottolineato come fosse la fedeltà la qualità che contraddistingueva il suo predecessore. “Fedele alla sua storia; fedele alla Chiesa ed alle sue Chiese, delle quali fu pastore – ha affermato Monsignor Cocchi – fedele all’amicizia; rispettoso per natura e per formazione, delle persone, con sincerità. Il lavoro era considerato, oltre che il mezzo per vivere, anche una fonte di dignità”. Undicesimo di 12 figli, Monsignor Quadri era cresciuto in una famiglia di lavoratori; suo padre lavorava in un lanificio della provincia di Bergamo, al suo fianco fino all’ultimo la sorella Caterina, che viveva con lui in via Badia. Monsignor Quadri, aveva, infatti, deciso di restare a Modena e continuò a svolgere in città un ruolo attivo. La sua ultima uscita pubblica risale appena a due settimane fa in occasione della festa della polizia. Il rito funebre è stato aperto da due messaggi, provenienti dal Cardinal Bertone a nome di Papa Benedetto 16esimo e dalla Conferenza Episcopale Italiana. In entrambi viene espresso cordoglio alla famiglia. La salma di Monsignor Barolomeo Santo Quadri è stata momentaneamente portata nel cimitero di San Cataldo, ma verrà tumulata in Duomo, come solitamente accade per i vescovi della nostra città.


Riproduzione riservata © 2016 TRC