in:

Praticare il telelavoro per venire incontro alle esigenze di persone disabili e normodotate. Questo è l’obiettivo della cooperativa Excalibur, che domani inaugura la sua sede.

E’ nata Excalibur, una nuova cooperativa sociale, che ha come obiettivo quello di praticare il telelavoro per dare opportunità a persone disabili e normodotate di poter avere un impiego, stando a casa. Oggi, all’atto della inaugurazione della sede sociale, Excalibur conta quattordici soci di cui undici portatori di disabilità fisica. La sede della cooperativa, situata in via dei Lancillotto a Modena, e le strumentazioni in essa contenute sono state finanziate con il contributo delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Modena e Cassa di Risparmio di Mirandola, di banche, enti, volontariato, associazioni di categoria dei pensionati e privati. La cooperativa Excalibur è stata inoltre sostenuta dal Consorzio di Solidarietà Sociale e dalla Legacoop Modena. La sede cooperativa Excalibur, situata presso la Polisportiva Villa d’Oro, verrà inaugurata domani alle 17 alla presenza di Massimo Giusti, vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e di Antonio Carpentieri, presidente della Circoscrizione 2.


Riproduzione riservata © 2016 TRC