in:

I possessori di una casa Peep a Modena potranno, per la prima volta, riscattare totalmente l’appartamento in cui abitano. In questo modo ne diventeranno pienamente proprietari, senza più alcun vincolo. E con i 4 milioni che conta di incassare dall’iniziativa, il Comune finanzierà nuovi alloggi di edilizia convenzionata.

Caro casa, caro mutui, caro affitti. La risposta del Comune di Modena si chiama “riscatto totale”, la possibilità per i possessori di immobili Peep convenzionati da almeno 20 anni di diventare totalmente proprietari del bene, senza più vincoli su prezzo di vendita o di affitto. Per fare ciò, i proprietari dei 4 alloggi e delle 250 attività commerciali potenzialmente interessate dovranno pagare all’amministrazione comunale il prezzo di riscatto e gli oneri di costruzione non versati, un costo variabile tra i 2500 e i 16mila euro. Con i 4 milioni che ne ricaverà il Comune intende sostenere il piano di 2210 alloggi di edilizia economica e popolare che prevede importanti interventi in via Santa Caterina e Salvo d’Acquisto, a Marzaglia, Baggiovara e Villanova.Contestualmente, chi ha un alloggio Peep da almeno dieci anni, continuerà ad avere la possibilità di procedere al riscatto parziale, versando al Comune il corrispettivo dovuto. Tra i Peep potenzialmente interessati, Salvo d’acquisto nord, Capitani-Sant’Anna e Portile centro. Una modalità questa che negli ultimi 5 anni ha consentito all’amministrazione di incamerare oltre 13 milioni di euro. Frutto di 1750 riscatti ad un costo medio di 7500 euro. Informazioni dettagliate, da domani, sul nuovo sito web del patrimonio. www.comune.modena.it/patrimonio


Riproduzione riservata © 2016 TRC