in:

La quarta estate più calda da quando esistono le rilevazioni: l’osservatorio geofisico dell’Università traccia un bilancio, e parla di “inequivocabile cambiamento climatico”.

A Modena ha fatto più caldo dell’estate 2008 solo altre tre volte, fra cui l’imbattuta – e si spera imbattibile – famosa e famigerata estate del 2003, che registrò una media di 28 gradi. Con i suoi 25,2 gradi questa estate, che ancora non accenna a chiudersi, si piazza al quarto posto dal 1860, dopo anche il 1950 e il 1998, con scarti minimi però. Il solo mese di agosto, con 26,4 gradi, è invece il quinto agosto più caldo della storia documentata, nel 2003 furono 29,4 i gradi di media del mese. Il giorno in cui la colonnina di mercurio è salita di più è stato il 4, con 34,8 gradi. Altra caratteristica dell’estate 2008 è la durata del caldo, ben 56 giorni in cui la temperatura non è scesa sotto i 30 gradi. E’ andata invece abbastanza bene per quanto riguarda la pioggia: 176,5 i millimetri caduti, mentre la media del periodo è di 141,3, anche se le precipitazioni sono state concentrate soprattutto a giugno. Per i meteorologi dell’ateneo Luca Lombroso e Salvatore Quattrocchi anche l’estate 2008 conferma una tendenza climatica verso fenomeni estremi, record e stranezze, “tanto da parlare di inequivocabile cambiamento climatico”. E le previsioni dei prossimi giorni parlano di estate che ancora resiste: fino a domani il cielo si presenterà perturbato, spiega Stefano Ghetti di Emiliameteo, ma già sabato e domenica tornerà il caldo. E attenzione: in caso di temporali, anche questa volta saranno brevi, localizzati ma intensi, come sempre accade ultimamente.


Riproduzione riservata © 2016 TRC