in:

Scuola. Per le famiglie il nuovo anno si apre all’insegna degli aumenti per libri e corredo scolastico.

Tra polemiche sui grembiuli e scaffali dei supermercati che già traboccano di zaini, astucci e quaderni colorati, è iniziato l’appuntamento con il rinnovo del corredo scolastico, sempre condizionato dalle mode. Quest’anno vanno alla grande le Winx per le bambine e Spiderman e i Gormiti per i maschietti. E così, oltre a dover sostenere la spesa per i testi, molti genitori dovranno far fronte all’acquisto del materiale scolastico, aggravato da un rincaro del 7% rispetto lo scorso anno. In media si spenderà 400 euro, contro i 375-380 dell’anno scorso. Qualche esempio? Per acquistare un astuccio, completo di gomma, righello e matite colorate, in cartoleria servono 26.50 euro, il 4% in più. Nessun incremento invece per i prezzi nei super o ipermercati, dove l’astuccio completo costa ancora 20.10 euro. Se l’astuccio è vuoto, come vuole l’ultima moda in auge tra gli studenti, che preferiscono scegliere ogni singola penna, la spesa massima è di 11.50 euro. In rialzo del 7% il prezzo dei diari (14.50 euro in cartolibreria contro i 12 degli iper) e dell’8% quello degli zaini di marca, che possono arrivare fino a 62 euro. Se invece si rinuncia alla griffe, il prezzo scende fino a 41 euro, comunque il 5% in più rispetto al 2007. Non va meglio sul fronte libri, dove si prospettano, oltre allo sforamento dei tetti fissati dal ministero della pubblica istruzione, un incremento su base annua di circa il 4%. La spesa media per alunno, comprensiva di un vocabolario, si attesta infatti sui 428-430 euro, contro i 400 dello scorso anno. Risparmiare però si può. Innanzitutto il consiglio è quello di effettuare un monitoraggio dei prezzi applicati nei diversi punti vendita, perchè spesso la differenza può essere notevole. Negli ipermercati e nei maggiori supermercati Coop Estense, ad esempio, viene applicato lo sconto del 15% sul prezzo di copertina ai soci che prenotano libri di testo per scuole medie inferiori e superiori e libri di testo universitari. Inoltre, ogni volta che si ritirerà un libro, consegnando alla cassa la tessera di socio Coop si riceverà un buono del valore pari al 10% dell’importo pagato, cioè al netto dello sconto, da utilizzare per la spesa.


Riproduzione riservata © 2016 TRC