in:

E’ il Sert in punto di riferimento indicato dalla regione Emilia Romagna come luogo di cura per i giocatori d’azzardo: una vera patologia della quale spesso i soggetti coinvolti non hanno consapevolezza.

Sono 26 le persone, secondo i primi dati ufficiali, che nel 2007 hanno fatto riferimento ai servizi offerti dai diversi distretti del Sert della provincia di Modena, 22 gli uomini e 4 le donne, di età compresa tra i 30 e i 50 anni. A Modena città il riferimento per chi vuole affrontare il problema del gioco d’azzardo, e decide di farsi aiutare, è il centro antifumo presso l’ex ospedale Estense; inoltre c’è una stretta collaborazione tra il comune ed il gruppo di auto-aiuto gestito dalle famiglie e dalla comunità Papa Giovanni XXXIII di Reggio Emilia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC