in:

Rifiuti speciali provenienti dal ciclo produttivo ma non pericolosi, quelli smaltiti recentemente nella discarica di via Caruso. Lo afferma l’assessore all’ambiente Alberto Caldana, in risposta al Comitato ambiente e salute di Modena.

“Non sono pericolosi i rifiuti speciali smaltiti di recente nella discarica di via Caruso,. Non sono considerati urbani solo perchè provengono dal ciclo produttivo”. Parole dell’assessore all’ambiente provinciale Alberto Caldana il quale ha inviato al presidente del comitato Modena salute ambiente Silvano Guerzoni una comunicazione contenente tutti i dati richiesti dal comitato stesso sui quantitativi smaltiti finora nell’impianto. Secondo dati forniti da Hera, nell’impianto di via Caruso sono stati smalti negli ultimi tre mesi circa 74mila tonnellate di rifiuti: 37mila provenienti dalla provincia di Modena, oltre 18 mila tonnellate di rifiuti speciali provenienti da altre province emiliane e quasi 19 mila tonnellate sempre di rifiuti speciali provenienti da Lombardia e Veneto. Secondo quanto stabilito dal piano provinciale dei rifiuti la discarica di via Caruso chiuderà alla fine del 2008. L’impianto verrà utilizzato fino alla fine dell’anno in considerazione dei tempi connessi alla realizzazione del potenziamento del termovalorizzatore che entrerà a regime proprio entro la fine dell’anno. Nel 2007 il 23,2% dei rifiuti è stato smaltito nelle sette discariche modenesi, quali il 23% nell’inceneritore di Modena. Il 12 % è stato avviato alla selezione dell’impianto di compostaggio di Carpi e il resto al recupero nelle 215 aziende modenesi di riciclaggio dei rifiuti. L’anno scorso la raccolta differenziata su base provinciale è stata del 45%


Riproduzione riservata © 2016 TRC