in:

“L’alta richiesta di sicurezza da parte dei modenesi mi impegna personalmente a lavorare nel modo più efficace possibile”, con queste parole il nuovo questore Salvatore Margherito si è presentato alla città, attraverso un incontro con la stampa.

“E’ talmente alta l’attenzione dei modenesi al tema sicurezza che gli sforzi devono essere altrettanto intensi”: queste le prime parole di Salvatore Margherito, già questore di Brindisi e ora nuovo questore di Modena, che innanzitutto ha voluto ringraziare il suo predecessore, Elio Graziano, e poi assicurare massimo impegno. Impegno però che deve coinvolgere tutti, dalle varie forze dell’ordine alla città stessa. E sulla qualità dei servizi che la polizia deve svolgere insiste in particolare il nuovo questore. Per questo nei prossimi giorni incontrerà per primi i suoi uomini che lavorano sulla strada, poi associazioni di categoria, sindacati e tutti gli altri. Per conoscere al meglio tutto il territorio, primo passo per una risposta adeguata. Anche se Modena, dice Margherito, è nonostante tutto una città bella e sana.  E il primo ad augurare buon lavoro al nuovo questore è stato ieri il sindaco Giorgio Pighi, che si è incontrato con Salvatore Margherito: entrambi hanno assicurato disponibilità e confronto. Oggi gli auguri arrivano anche dall’onorevole del Pdl Isabella Bertolini e dal segretario generale della Uil Modena, Luigi Tollari. Da parte di tutti, poi, i ringraziamenti a Elio Graziano per il lavoro svolto nei due anni in cui ha ricoperto l’incarico di questore a Modena. Margherito domani incontrerà l’assessore Arletti e il presidente della circoscrizione 1.


Riproduzione riservata © 2016 TRC