in:

Sono stati accolti dagli applausi dei cittadini gli agenti che ieri sono arrivati a Castelfranco per il primo servizio della volante in zona. Oggi si replica, con anche le moto.

E’ iniziato ieri alle 19 il primo turno della volante a Castelfranco. I cittadini alla vista della macchina reagivano con entusiasmo, del resto lo stesso sindaco aveva ringraziato il questore per la decisione. L’auto, ma nelle intenzioni c’è di usare anche le moto dei “falchi”, ha perlustrato le strade della città, servizio deciso in prefettura in accordo con il comando provinciale dei carabinieri per garantire il maggior presidio possibile in una realtà di confine che presenta anche criticità in tema di sicurezza. Castelfranco, infatti, è stata una scelta ponderata. C’era una richiesta – ha spiegato il questore Elio Graziano – da parte dei cittadini e alcune specifiche criticità. Castelfranco poi è vicina a Modena, mentre in altre realtà, più lontane, preferiamo servizi mirati con l’aiuto di reparti esterni. Fino all’una di notte la volante ha svolto decine di controlli, anche per prendere confidenza con il territorio e gli abitanti, e in alcuni momenti si è spinta fino a San Cesario. Il servizio replica oggi, e continuerà nei prossimi giorni, se tutto funzionerà come previsto dopo toccherà a Nonantola.


Riproduzione riservata © 2016 TRC