in:

Combatte lo spreco, rispetta l’ambiente e aiuta le persone in difficoltà. E’ il progetto di Coop Estense “Brutti ma buoni”. Oggi la firma di una convenzione per potenziare l’iniziativa.

180 tonnellate di generi alimentari sottratte allo spreco e destinate ad associazioni assistenziali. Beni donati per un valore superiore a un milione e 200 mila euro, di cui più della metà a beneficio di enti modenesi come parrocchie, comunità e centri d’accoglienza. Sono i numeri totalizzati nel 2007 da “Brutti ma buoni”, il progetto di responsabilità sociale, finalizzato alla lotta allo spreco e alla solidarietà, realizzato da Coop Estense, d’intesa con il comune di Modena. Attivo da anni, “Brutti ma buoni” ha assunto proporzioni sempre più rilevanti. Nei primi sei mesi del 2008, solo per fare qualche esempio, la Caritas ha ricevuto merce per 80 mila euro, 40 mila il Ceis. Di fronte a questi numeri la necessità, fortemente avvertita dai soggetti promotori, di perfezionare la collaborazione, di renderla ancora più stringente e trasparente. E’ questo il significato della convenzione siglata in mattinata, a palazzo Municipale, dall’assessore alle Politiche sociali Francesca Maletti e dal direttore soci e consumatori di Coop Estense Isa Sala.


Riproduzione riservata © 2016 TRC