in:

Sarà abbattuto e costruito un nuovo edificio: lo stabile di via circonvallazione 189 a Sassuolo, immagine di degrado sociale per anni, ha i mesi contati.

Entro il 2009 sarà ridotto in polvere, l’anno successivo, se i tempi non si allungano, sarà edificato un nuovo stabile. Entro il 2011 il processo di trasformazione di una zona, da anni degradata e insicura, sarà una realtà. Lo strumento più idoneo, secondo l’amministrazione, per arrivare a questa riqualificazione è quello di costituire una Società di trasformazione urbana. Permette infatti di dichiarare “la pubblica utilità” sui singoli immobili e può utilizzare, se necessario, come ultima possibilità, anche lo strumento dell’esproprio. Nello stabile che si affaccia sul piazzale sono presenti 80 appartamenti, 19 negozi, 21 garage, per un totale di 140 proprietari, per lo più stranieri. Dopo il progetto di via San Pietro, adesso, è venuto il momento di questa opera sassolese, ritenuta quanto mai indispensabile, di riqualificazione di una zona molto abitata e frequentata come quella della circonvallazione.


Riproduzione riservata © 2016 TRC