in:

Con una lettera d’avvertimento, inviata al domicilio dei trasgressori, il Comune di Modena informa gli automobilisti circa la novità del Citypass. E mette in guardia dalle multe.

“Gentile cittadino, la informiamo che, a partire da giugno, è stato installato un sistema sperimentale di rilevamento automatico degli accessi non autorizzati in centro storico denominato Modena City Pass”. Inizia così la lettera di segnalazione che il Comune invierà al domicilio di coloro che, sprovvisti di permesso per la Ztl, si concedono qualche passaggio non autorizzato, magari di notte, violando l’area a traffico limitato. Una lettera dal tono amichevole, una sorta di avvertimento bonario che, tuttavia, sarà bene non sottovalutare. Anche perché da settembre scatteranno le multe e i trasgressori si troveranno a pagare una sanzione di 70 euro. La missiva è chiamata a svolgere anche un’altra funzione, oltre a quella del deterrente: invitare cioè coloro che hanno diritto d’accesso al centro, ma non figurano nell’elenco degli autorizzati, a comunicare il proprio nominativo all’ufficio competente per l’inserimento nella banca dati. In questo periodo di sperimentazione le telecamere del Citypass saranno accese solo in determinati giorni campione. Il mancato ricevimento della lettera del Comune non dovrà quindi essere interpretato, da parte degli eventuali trasgressori, come una tacita forma di lasciapassare.


Riproduzione riservata © 2016 TRC