in:

Tre milioni è costato il restauro sul lato Nord del Duomo di Modena: i ponteggi sono stati rimossi in una parte. A settembre il capolavoro romanico di Modena sarà visibile nella suo ritrovato splendore.

Questa mattina, alla presenza del sindaco, della Fondazione Cassa di Risparmio e della Soprintendenza è stato fatto un bilancio su quanto realizzato sino ad ora, nei restauri del Duomo. I lavori sulla facciata e sul lato Nord del capolavoro gotico sono ormai ultimati. Questa opera certosina è costata, fino ad ora, quasi 3 milioni di euro: 1 milione e 300 mila messi a disposizione della Fondazione Cassa di Risparmio, altrettanti dalla Soprintendenza e 300 mila euro, in tre trance, dal Comune di Modena.A settembre saranno rimossi tutti ponteggi: si potrà ri-ammirare la spettacolare facciata con lo straordinario rosone, dove si irradia la luce: tema centrale nella iconografia e nella simbologia cristiana. Le pietre pulite e restaurate che si possono ammirare sul lato Nord, accanto alla porta della Pescheria, ripercorrono le numerose provenienze. Uno studio eseguito dall’Università degli studio di Modena evidenzia che le pietre utilizzate provengono da più luoghi: Turchia, Grecia, Vicenza, Verona, Trieste, Padova. Buona parte provengono da già esistenti edifici romani.


Riproduzione riservata © 2016 TRC