in:

Il senatore del Partito democratico, va all’attacco del decreto salva premier che blocca per un anno i processi per reati con pena inferiore ai dieci anni, compiuti prima del 30 giugno 2002. Per Barbolini: “Una misura peggiore dell’indulto che serve solo a Berlusconi”. Sentiamo cosa ci ha detto stamattina l’ex Sindaco di Modena.

“Solo a Modena, da una prima stima approssimativa – spiega Giuliano Barbolini, senatore del Partito democratico – sono un centinaio i processi che saranno rinviati, almeno per un anno. Questo significa mille e più persone che non avranno giustizia. E non stiamo parlando solo di piccoli contenziosi: infortuni sul lavoro, truffe, frodi fiscali, crac finanziari rientrano a pieno titolo nel provvedimento”. Una misura, quella contenuta nel decreto legge sulla sicurezza che blocca per un anno i processi per reati con pena inferiore ai dieci anni compiuti prima del 30 giugno 2002, che secondo l’ex Sindaco di Modena non nasce per il bene del Paese, ma per l’interesse particolare di Berlusconi. “Un provvedimento – chiosa Barbolini – che doveva suscitare lo stesso sdegno nell’opinione pubblica dell’indulto e, invece, non è stato così”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC